La coscienza di Zeno


A cura di Mario Lunetta
Edizione integrale


Rimasto incompreso per lungo tempo, La coscienza di Zeno è il più importante romanzo di Svevo e uno dei capolavori della letteratura italiana contemporanea. È il resoconto di un viaggio nell’oscurità della psiche, nella quale si riflettono complessi e vizi della società borghese dei primi del Novecento e insieme la sua nascosta, tortuosa, ambigua voglia di vivere. L’inettitudine ad aderire alla vita, l’eros come evasione e trasgressione, il confine incerto tra salute e malattia divengono i temi centrali su cui si interroga Zeno Cosini in queste pagine bellissime che segnarono l’inizio di un modo nuovo di intendere la narrativa. Primo romanzo “psicoanalitico” della nostra letteratura, seppe interpretare magistralmente le ansie, i timori e gli interrogativi più profondi di una società in cambiamento.

Pagine: 352 - Minimammut Gold 1+1+1 - Argomenti: Classici moderni - Narrativa italiana - Classici - Letteratura - Narrativa
Condividi: 

Potrebbero piacerti anche...