Colin Rushton


Originario di Liverpool, è autore di articoli e reportage apparsi su giornali, riviste e antologie tradotte in tutto il mondo. Appassionato di storia, ha raccolto documenti e testimonianze di prima mano per scrivere i suoi libri, incentrati su aspetti mai raccontati dell’Olocausto e della seconda guerra mondiale. Oltre a Il sabotatore di Auschwitz, bestseller in Inghilterra, ha pubblicato anche Beyond the Gates of Hell.

Una storia vera

Nel 1942, il giovane soldato britannico Arthur Dodd venne fatto prigioniero dall’esercito tedesco e fu trasportato a Oświęcim, nell’alta Slesia polacca. I tedeschi diedero a quel luogo un altro nome, oggi sinonimo delle ore più buie dell’umanità: lo chiamarono Auschwitz. Costretto a lavorare per la fabbrica I.G.Farben – che impiegava anche manodopera ebrea fornita dal campo di concentramento –, obbligato ad assistere quotidianamente agli orrori che annullavano la volontà e l’umanità di chi li subiva e di chi ne era testimone, Arthur pensava che la sua vita sarebbe finita ad Auschwitz. Deciso, tuttavia, ad assolvere fino in fondo il suo dovere di soldato e di buon cristiano, con i suoi compagni di prigionia sabotò il...