Carlo Collodi


pseudonimo di Carlo Lorenzini, nacque nel 1826 a Firenze, dove morì nel 1890. Partecipò alle due prime guerre d’Indipendenza, e svolse un’intensa attività di giornalista. Le avventure di Pinocchio apparve in volume nel 1883.

I racconti delle fate
Pinocchio
Storie allegre


Edizione integrale

Le fantastiche, immortali e divertenti creazioni del più famoso e amato scrittore italiano per l'infanzia


Con I racconti delle fate (1875), traduzioni libere, personalizzate e vivaci, linguisticamente originali e innovative, della migliore favolistica francese dei secoli XVII e XVIII, Collodi abbracciò risolutamente l'aspetto fantastico, magico e divertito della letteratura per l'infanzia. In Pinocchio, il suo capolavoro, considerato unanimemente tra i libri per l'infanzia più letti e amati, la sua immaginazione si arricchì di una carica umana straordinaria, che traspare da ogni pagina del racconto, attraverso gli occhi del suo indimenticabile protagonista; mentre...

Introduzione di Emanuele Trevi
Edizione integrale


Le avventure di Pinocchio è il capolavoro di Collodi, il libro italiano per ragazzi più famoso e sicuramente il più tradotto. Questo burattino, ricavato da un pezzo di legno e chiamato Pinocchio, altro non è che l’incarnazione dell’infanzia di ogni tempo e di ogni latitudine: è portato a disobbedire ma anche a correggersi, può farsi influenzare dalle cattive compagnie ma poi distingue fra il bene e il male, dice le bugie salvo pentirsene in seguito, e alla fine il senso della bontà e della giustizia prevalgono in lui e nel racconto. In fondo, come scrisse Benedetto Croce, «il legno in cui è intagliato Pinocchio è l’umanità». Con Le avventure di Pinocchio Collodi realizzò un’impresa più...